MAURITS CORNELIUS ESCHER

Nacque a Leeuwarden, in Olanda, il 17 giugno del 1898. Oggi la sua casa natale è stata trasformata in un museo, il Princessehof Museum.

Tra il 1919 e il '22 frequentò la Scuola di architettura e arti decorative di Haarlem, sotto la guida del grafico portoghese Samuel Jesserun de Mesquita, che ebbe una notevole influenza sul suo orientamento artistico. Qui scoprì la passione per la xilografia, una tecnica che consiste nell'incidere un disegno su una superficie di legno e con questa produrre delle stampe su carta.

Tra il 1922 e il '35 Escher visse in Italia, viaggiando a lungo attraverso il Paese in cerca di ispirazione. Le sue stampe riscuotevano un discreto successo nelle mostre. Nell'estate del 1923, a Ravello, conobbe Jetta Umiker, figlia di un industriale svizzero, e un anno dopo la sposò. Nel 1936, in compagnia della moglie, visitò in Spagna la moschea di Cordoba e l'Alhambra, la fortezza araba di Granada. Non era la prima volta che ammirava le sale decorate dell'Alhambra - c'era già stato nel 1922 - ma questa volta rimase particolarmente colpito dagli ornamenti moreschi del palazzo, che studiò e riprodusse con l'aiuto di Jetta.

  MOEBIUS 

  ATRANI 

Uccelli spaziali 

Concavo e convesso

Nel 1937 la famiglia Escher si trasferì a Bruxelles, in Belgio. L'artista abbandonò la produzione di paesaggi per dedicarsi ai disegni astratti, che riproducevano le immagini mentali maturate dopo la visita a Granada. Nel 1940 lasciò il Belgio invaso dai tedeschi e fece ritorno in Olanda con la famiglia. La fama del suo lavoro crebbe negli anni successivi, tanto che nel 1951 si occuparono di lui le riviste Time e Life, e nel '54 lo Stedelijk Museum di Amsterdam ospitò una grande mostra delle sue opere in occasione del Convegno internazionale di matematica. Qui Escher conobbe i matematici Donald Coxeter e Roger Penrose, che influenzarono il suo lavoro con proposte e suggerimenti. Ormai l'artista era apprezzato più dagli scienziati che dai critici d'arte.  

Buccia

Belvedere

Serpenti

Relatività

Cascata

All'inizio del 1959 fu pubblicato il suo trattato La divisione regolare del piano. L'anno successivo tenne un discorso al Congresso dell'Unione internazionale dei cristallografi a Cambridge, in Inghilterra, e una serie di lezioni al Massachusetts Institute of Technology. Nel 1969 completò la sua ultima silografia: Serpenti.

Nel 1972 morì a Laren, in una casa di riposo per artisti.

Tratto da "Newton - novembre 1998, Editore R.C.S. Periodici S.p.A., Milano"



www.freeramblers.com

www.maratrail.com

www.giovistravels.com