descrizione della costa, delle grotte

e degli approdi  da

Castellammare di Stabia a Vietri sul Mare


circa 1.400 toponimi nel testo

dei quali oltre 500 dialettali

38 cartine in scala 1:15.000

oltre 700 toponimi sulle cartine

quadro d'unione delle cartine

4 cartine d'epoca

indice toponomastico

leggende e aneddoti

160 pagine - 24x17cm

prezzo 14,00 Euro


articoli e recensioni della I edizione

Napoli, luglio 1991


Le coste di Sorrento e di Amalfi

toponomastica antica, moderna e dialettale - ed. 2009

A diciotto anni dalla prima edizione - esaurita dal 1996 - sollecitato da più parti e incalzato dalle frequenti richieste, sto finalmente provvedendo a far ristampare “Le coste di Sorrento e di Amalfi - toponomastica antica, moderna e dialettale”.
Dopo aver esaminato varie possibili soluzioni che andavano dalla ristampa quasi anastatica, all’arricchimento con fotografie o con stampe d’epoca, al confronto fra foto di almeno 50 anni fa e foto di oggi, e via discorrendo ... alla fine, seguendo la mia ben nota natura tendente all’essenziale e anche nell’intento di produrre un libro a costi accessibili e non solo per pochi, ho deciso di dare alle stampe una edizione più “leggera” di quella originale eliminando le appendici (cenni storici, flora, avifauna, ambiente marino) intervenendo solo su alcuni refusi e/o errori lasciando quindi il testo pressoché inalterato.
Le descrizione del litorale, ed in particolare delle marine e delle zone più o meno urbanizzate, potrà quindi differire dallo stato attuale dei luoghi, ma l’intento è quello di fissare la “fotografia” delle nostre coste nei primissimi anni ‘90 avendo effettuato tutte le mie ricognizioni in kayak fra il 1990 e il 1991.

A fronte di ciò ho però effettuato un’integrazione fondamentale sostituendo le cartine generiche e con pochi toponimi utilizzate nella prima edizione (estratte dalla carta del T.C.I., scala 1:50.000) con altre molto più essenziali, da me prodotte all’uopo, comprendenti oltre la metà dei toponimi citati nel testo.
Infatti, nell’intento di non appesantire troppo le cartine (rendendole illeggibili nonostante la scala molto maggiore, 1:15.000) in questi schizzi ho riportato un solo toponimo per località essendo evidente che gli eventuali sinonimi, di diverse epoche o utilizzati in diverse marine, sono attribuibili allo stesso luogo.
La divisione in capitoli è stata eliminata, ma la ricerca dell’area di interesse è resa estremamente semplice non solo dalla presenza delle cartine intercalate nel testo, ma anche e soprattutto dal quadro d’unione che funge da indice, grafico e testuale.
Auspico che questa nuova edizione sia di ulteriore stimolo alla ricerca per quelli che, come me, amano la cultura orale in genere e la nostra in particolare e tentano, per quanto possibile, di salvarla.
Finché questo tipo di nozioni, conoscenze o informazioni non sono messe per iscritto, seppur in modo essenziale, il rischio che cadano per sempre nell’oblio è altissimo.

Massa Lubrense, luglio 2009


 ed. 2009  - rappresentazione di tutto il litorale in 38 cartine in scala 1:15.000, con oltre 700 toponimi